venerdì 22 luglio 2011

Altra poesia.

Lontano dai tuoi occhi,
lontano dal tuo viso,
lontano dalla tua voce.

La tristezza mi assale
come una nuvola
che oscura il cielo sereno.

E lentamente le lacrime
si fanno voce nella mia mente
e sgorgano dai miei occhi
opachi e tristi,
consapevoli della mancanza,
di incrociare i tuoi.

Nessun commento: